(11 impressioni)

Individuale Bici

Cod. DE039

Germania / Ciclabile del Mar Baltico

Da Lubecca a Stralsund

Partirete da Lubecca, un tempo capitale della “Lega Anseatica” ed ora inserita nella lista patrimonio dell’UNESCO per il suo centro fatto di stradine medievali e chiese gotiche. Traguardo fissato a Stralsund, città gotica che vanta una possente cinta muraria con 11 porte d’ingresso. Seguirete la costa del Mar Baltico tra spiagge decorate dalle“Strandkorb”, le tipiche sdraio di vimini, e città antiche come Wismar e Rostock.
  • Itinerario

    mappa

    Arrivo individuale a Lubecca. Oggi non si pedala, ma il pernottamento è ugualmente incluso nella quota.  

    Immergetevi nel fascino del centro storico, meraviglioso ovale inscritto nella storia della Lega Anseatica e divenuto oggi patrimonio dell’UNESCO. Il suo ricco passato è palpabile ad ogni passo: prima città tedesca fondata sul Baltico dal 1143, tra i suoi palazzi vivono mille anni di storia, come incastonati nella suggestiva cornice medioevale che celebra lo stile gotico in cotto. 

     

    2° Lubecca – Wismar (60/80 km)

    Lasciata la città di Lubecca dovrete raggiungere Travemünde (potrete scegliere se percorrere questo breve tragitto di 20 km in treno oppure in bicicletta, biglietto non incluso). La cittadina di Travemünde è un’antica roccaforte, dove tra le casupole dei pescatori e gli edifici in stile belle époque scorgerete il porto. Proprio qui inizia la “Ostseeküsten Radweg”, ossia la ciclabile della costa del Mar Baltico: lunghi ponticelli in legno vi accompagneranno lungo il primo tratto tra le spiagge. 

    Con il traghetto raggiungerete Priwall (non incluso nella quota) ed attraverso suggestive campagne verdi ed oro giungerete alla località baltica di Boltenhagen. Pedalando lungo le scogliere della baia di Wismar si giunge al centro della città.

     

    3° Wismar – Kühlungsborn o dintorni (30/45 km)

    Altra cittadina della Lega dalla lunghissima storia, Wismar merita sicuramente qualche ora per la visita: non mancate la piazza del mercato e la fontana in ferro battuto, la chiesa di S. Nikolai e una passeggiata per il porto, antico ispiratore di grandi imprese.  Salite quindi in sella alla volta del Kühlung, una campagna con molte foreste e vallate risalenti al periodo delle glaciazioni. All’orizzonte rimane la linea azzurra del mare: non sarà quindi troppo difficile fare una piccola deviazione per l’isola di Poel e per la spiaggia incontaminata di Timmensdorf. A sera, Kühlungsborn, famosa località balneare, vi attende per il pernottamento.

     

    4° Kühlungsborn o dintorni – Warnemünde/Rostock (30/40 km)

    La giornata di oggi vi porterà subito a Heiligendamm, la prima località balneare tedesca nel 1793. Lungo un bel viale dei tigli, troverete la casa di Ehm Welk e un particolare ippodromo. Potrete visitare anche un’abbazia cistercense prendendo il treno “Molli” oppure continuando in bici, costeggiando la ferrovia e raggiungendo la cittadina di Bad Doberan. Inizia quindi una splendida ciclabile in un profumato boschetto a strapiombo sul mare per continuare in una campagna che si stende ampia e piatta fino a Warnemünde, località turistica alle porte di Rostock.

     

    5° Warnemünde/Rostock – Fischland/Darß (40/55 km)

    Dalla storica città di Rostock che ha saputo mantenere presoché intatto il proprio charme originario proseguite lungo il fiume Warnow per raggiungere Ribnitz-Damgarten, la città dell’”oro del mare”, l’ambra. Se siete curiosi, visitate il suo interessante museo! Proseguite lungo la ciclabile e giungete alla penultima tappa di oggi, Wustrowe, colonia di artisti, dalle caratteristiche case a graticcio. Pernottamento nella penisola del Fischland.

     

    6°Fischland/Darß – Zingst/Barth (45/60 km)

    Iniziate la pedalata di oggi superando la cittadina di Prerow, sorta proprio sulla foce del fiume omonimo. Da qui nessuno può rinunciare ad una veloce deviazione per il faro di Darß, attraversando il bellissimo bosco, che occupa ben 5000 ettari. Proseguendo arriverete alla spiaggia “Weststrand”, dalla quale uno splendido scenario sulla costa vi lascerà senza parole. Pernottamento nella vivace Zingst o a Barth, famoso cantiere navale, soprattutto per le barche a vela.

     

    7° Zingst/Barth – Stralsund (45/55 km)

    Lasciate la città pedalando attraverso la laguna di Barther Bodden e il suo famoso parco naturale abitato da centinaia di gru. Tra il bel litorale, i laghetti costieri, le isole con la vegetazione incrostata di salmastro e le numerose baie raggiungete la vostra meta, Stralsund. La città anseatica con le caratteristiche 3 torri catturerà il vostro sguardo da lontano.

     

    8° Stralsund

    Dopo colazione fine dei servizi. 

     

    Per motivi organizzativi, climatici o per disposizioni delle autorità locali, l’itinerario potrebbe subire modifiche prima e/o durante la vacanza.

     

     

     

     

     

     

  • Caratteristiche

    La costa orientale del Mecklenburg-Vorpommern è una tra le più belle regioni costiere del nord Europa.

     

    Il percorso cicloturistico della costa orientale (“Osteeküsten”) è lungo 630 km ed è prevalentemente asfaltato per tutto il suo percorso, tranne alcuni tratti sterrati o sabbiosi. Non ci sono particolari salite o saliscendi, solo talvolta il vento contrario potrà rendere più difficile la pedalata.

     

    Il percorso è ben segnalato anche se non ovunque la segnaletica è univoca, ma seguendo sempre il logo della “Ostseeküsten Radweg” e all’occorrenza le mappe, sarà facile trovare il vostro itinerario. 

     

     

  • Come arrivare

    Le informazioni su come raggiungere il vostro hotel saranno indicate in INGLESE nella lista hotel, che vi verrà inviata via mail qualche giorno prima della partenza. 

    Sarà facilmente raggiungibile dalla stazione dei treni di Lubecca a piedi, in bus o in taxi.

     

    In aereo 

    L’aeroporto più vicino a Lubecca è Amburgo ed è collegato con i principali aeroporti italiani dalle seguenti compagnie aeree:

    Easyjet da Catania, Milano Malpensa, Napoli, Pisa e Venezia. 

    Eurowings da Bari, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Lamezia Terme, Milano, Napoli, Olbia, Palermo, Pisa, Roma, Venezia e Verona.

    Ryanair da Lamezia, Milano, Venezia e Verona. 

     

    Potrete richiedere una quotazione per voli di linea mandando una mail a: biglietteria@girolibero.it

     

    Dall’aeroporto di Amburgo potete raggiungere Lubecca in treno: il tragitto dura 1:20 ora. Per maggiori informazioni visitate il sito www.bahn.com.

     

    In treno

    Non esistono collegamenti diretti dall’Italia a Lubecca, dovete prevedere diversi cambi. Orari e prezzi sui siti www.trenitalia.com oppure www.bahn.com. Dalla stazione potete raggiungere l’hotel in 10/15 minuti con il bus.

    Una volta raggiunta la città potrete muovervi comodamente con i mezzi pubblici. Trovate tutte le informazioni e una mappa interattiva al sito www.stadtverkehr-luebeck.de. 

     

    In auto

    A seconda della città di partenza ci sono diversi itinerari per raggiungere Lubecca.Viamichelin.it o altri siti sono disponibili per aiutarvi a calcolare il percorso più breve.

    Vi ricordiamo che in Austria e Svizzera per circolare sulle autostrade è necessario avere il bollino/vignetta autostradale (Austria: circa 9,20 euro per 10 giorni, Svizzera: circa 39 euro valido 14 mesi da dicembre dell’anno prima a gennaio dell’anno dopo) acquistabili in tutti gli autogrill prima del confine.

     

    Parcheggio 

    E’ possibile parcheggiare l’auto presso :

    • garage dell'hotel ca. 6/15 € al giorno;
    • garage pubblico in via Lindenarkaden, ca. 6/12 € al giorno;
    • garage pubblico presso la stazione al costo di 5 € al giorno;
    • garage pubblico Falkenstraße ca. 6 € al giorno.

     

  • Pernottamento e pasti

    Il tour include:

    • 7 pernottamenti in hotel 3/4 * cat A
    • 7 pernottamenti in hotel e pensioni 2/3 * cat B
    • tutte le colazioni

     

    Il pranzo e la cena sono liberi. Lungo il percorso troverete spesso negozi o ristoranti, ma se vi aspetta una tappa molto naturalistica acquistate acqua e cibo al mattino, prima di partire.

     

    ll primo giorno è dedicato all'arrivo in hotel: non si pedala, e il pernottamento è incluso nella quota.

     

    Da sapere:

    • troverete la lista hotel definitiva nel documento finale. 
    • in alcuni casi l'hotel potrà sistemare alcuni partecipanti in altre strutture collegate.
    • una variazione degli hotel può capitare, le strutture alternative saranno sempre della categoria prenotata.
    • la classificazione varia a seconda dalla nazione, ad esempio aria condizionata e ascensore non sono sempre presenti. 
    • alcuni hotel vi potranno chiedere un deposito cauzionale con carta di credito che verrà sbloccato alla vostra partenza. 
    • non tutte le strutture garantiscono la camera doppia con letti separati, potreste trovare camere matrimoniali con due materassi singoli.
    • le camere triple sono spesso camere doppie con letti aggiunti.
     

     

  • Bici e accessori

    Le bici potranno essere: 

    • a 8 rapporti con freno a contropedale, cambio al mozzo, ruota da 26-28 pollici della marca Kettler o Kalkhoff.
    • a 24 rapporti con freno a manubrio, ruota da 28 pollici, cambio a catena e telaio di diverse misure della marca Kettler o Kalkhoff..
    • a pedalata assistita

     

    Le bici sono equipaggiate con:

    • kit di riparazione (con camera d’aria di riserva)
    • una pompa a stanza prenotata
    • un lucchetto a stanza prenotata
    • borsa laterale impermeabile per bici (capienza 10 L)

     

    Il casco non è obbligatorio. Non lo noleggiamo, ma consigliamo sempre di utilizzarlo e farlo indossare ai bambini. 

     
  • Materiale informativo

    Per permettervi di viaggiare autonomamente ma senza pensieri, prepariamo con cura il materiale informativo del percorso ciclabile.

     

    Prima della partenza invieremo il pacchetto informativo via corriere: chi ha seguito la prenotazione riceverà un pacchetto per camera/cabina.

     

    Riceverete a casa:

    • scheda del viaggio
    • roadbook del tour in italiano
    • assicurazione medico bagaglio
    • depliant informativi

     

    Riceverete via mail, a qualche giorno dalla partenza:

    • voucher vacanza a conferma dei servizi prenotati
    • lista hotel degli hotel
    • tracce GPS 
    • documento finale con le informazioni fondamentali per la vacanza

     

    Riceverete in loco:  

    • voucher per il traghetto da Warnemünde a Hohe Düne
    • voucher per il Museo Meeresmuseum di Stralsund
    • etichette bagaglio

     

    Controllate tutto il materiale, e se dovesse mancare qualcosa contattateci. 

     

    In caso di prenotazioni sotto data riceverete via email una parte dei documenti e tutto il resto vi verrà consegnato all'arrivo. 

     

     

  • Al vostro fianco

    Un nostro collaboratore vi attenderà a in hotel per consegnarvi le biciclette e gli ultimi documenti necessari. Vi preghiamo di avvisare in caso di ritardo.

     

    Per tutta la vacanza avrete a disposizione per emergenze: 

    • il numero di Girolibero in Italia, attivo ogni giorno dalle 8:00 alle 20:00 
    • i contatti del referente locale.
     
  • 11 Impressioni di viaggio
    • Maria Luigia

      Vacanza del 07-14 settembre 2019

      Pubblicazione 19 settembre 2019

      Imperdibile
    • Sergio

      Vacanza del 23-30 luglio 2019

      Pubblicazione 05 agosto 2019

      Il percorso è straordinario e molto panoramico.
      Bellissimo il contrasto tra terra (campi sterminati di grano e zone umide molto estese) e mare (spiagge, dune ..). Sempre correndoci in mezzo.
      I percorsi in foresta sono meravigliosi, da brivido. Anche le zone umidi sono state ricche di fascino.
      Le tappe sono equilibrate e fattibili in tranquillità (forse solo la prima di 85 km con molti saliscendi ha creato qualche problema), noi abbiamo avuto bei giorni di sole e questo ha aiutato molto.
      Penso che con la pioggia sia meno entusiasmante (soprattutto nelle foreste). Poco vento contro e anche questo è stato una fortuna.
      In generale direi che la rifarei mille volte, troppo bella.
    • Gianfranco

      Vacanza del 29 giugno - 06 luglio 2019

      Pubblicazione 11 luglio 2019

      E' la più bella ciclabile che abbia fatto (è la mia quinta ciclabile europea).
      Praticamente tutta su pista riservata alle bici, attraversa panorami naturali incantevoli.

      Ci sono anche dei tratti che fiancheggiano le strade con traffico ma anche molti sentieri fra boschi e campi e spesso col mare a fianco. Fatta all'inizio di luglio, i campi di grano e avena si estendevano a perdita d'occhio e i fiori che sbucavano fra le spighe davano la sensazione di essere in un quadro di Monet o di Van Gogh.

      L'architettura gotica dei paesi che si attraversano a me è piaciuta moltissimo ed è un bel ricordo che mi porto dietro così come anche il ricordo dell'ottimo cibo che si mangia qui, sia al ristorante che dalle barche che dai camioncini.

      Abbiamo fatto dei fuori programma, uno all'Isola di Poel suggerito dal roadbook, assolutamente consigliabile, e uno totalmente e inspiegabilmente ignorato (anche perché l'ultima tappa è corta) al parco naturale Vorpommersche Boddenlandschaft) che è stata la cosa più bella della gita.
      È una ciclabile che consiglio vivamente e con un minimo di preparazione e di abitudine alla sella la può fare chiunque, ma il suo neo è che ci hanno assegnato spesso alberghi (abbiamo scelto i 2 e 3 stelle) fuori dai centri delle località e questo ci costringeva a rimanere in albergo o a riutilizzare la bici anche alla sera per trovare un ristorante.

      Attenzione al tempo, il primo giorno di pedalata c'erano 32 gradi i giorni successivi ne avevamo 12 ed ha anche piovuto, seppure poco. Il vento è costante e a volte un po' fastidioso ma noi l'abbiamo sempre avuto dietro o di fianco, raramente davanti e ci ha infastidito poco.

      Andateci!!!
    • Francesca

      Vacanza del 04-11 luglio 2018

      Pubblicazione 16 luglio 2018

      Itinerario quasi totalmente su ciclabili quasi sempre in piano.
    • Anna

      Vacanza del 29 giugno - 06 luglio 2018

      Pubblicazione 11 luglio 2018

      Percorso molto bello che permette di attraversare città interessanti e diversi tipi di paesaggio, lungo il Baltico, nelle foreste, tra i campi, su dolci colline.
      Si tratta di un viaggio affrontabile per chiunque abbia un minimo di abitudine ai viaggi in bicicletta (l'unica tappa un po' più lunga è la prima). Lo consiglio.
    • Massimo

      Vacanza del 17-24 agosto 2017

      Pubblicazione 03 settembre 2017

      Il percorso è vario, mai monotono, sicuramente consigliabile sia a chi ama le architetture nordiche delle città; sia a chi ama il mare; bello nelle giornate di sole, con le spiagge punteggiate di "Strandkorb", le buffe poltrone con capottina, e anche nelle giornate grigie.

      P.S. preparatevi ad un clima molto variabile sole pioggia e vento si alternano continuamente anche in agosto.
    • Francesco

      Vacanza del 30 giugno - 07 luglio 2017

      Pubblicazione 14 luglio 2017

      La Ciclabile del Baltico, a mio parere, è uno dei migliori viaggi fatti in bicicletta. L'Organizzazione di "Girolibero" e del loro referente locale è stata eccellente specialmente per la scelta degli hotels in cui abbiamo pernottato (categoria A). Non abbiamo mai avuto il minimo inconveniente anche per il trasporto dei bagagli (puntualissimi) e per il noleggio delle biciclette. Gli itinerari attraversano boschi, campi coltivati, paesini da fiaba, lindi e pieni di fiori; Lubecca, Rostock e Stralsund sono cittadine interessanti da visitare. E' il viaggio ideale per chi vuole stare lontano dalla folla e conoscere come i tedeschi vivono il loro mare e le loro vacanze.

      L'itinerario non presenta grandi difficoltà: forse le prime due tappe presentano qualche saliscendi per cui consiglio un minimo di allenamento ma l'itinerario è alla portata di tutti. Si attraversano foreste, campi coltivati e parchi naturali. Noi abbiamo visto cerbiatti, lepri, cigni, falchi, uccelli acquatici. Insomma una vera immersione nella natura.

      Si possono vedere fari, spiagge, scogliere, paesi costieri e non, il tutto su ciclabili nella massima sicurezza. Naturalmente bisogna essere attrezzati per il tempo estremamente variabile a quelle latitudini ma tutto sommato preferibile al caldo soffocante delle nostre coste.
    • Gianfranco

      Vacanza del 18-25 giugno 2017

      Pubblicazione 03 luglio 2017

      Era la nostra prima esperienza con Girolibero e siamo stati molto soddisfatti. La ciclabile del Baltico è varia e divertente con degli scorci panoramici mozzafiato; l'unica incognita sono le condizioni atmosferiche, in particolare il vento (l'ultima tappa Barth-Stralsund l'abbiamo fatta in treno per il vento a 30 Km con raffiche a 80 Km), ma ciò dipende anche dai periodi scelti. Abbiamo prolungato di un giorno sia alla partenza che all'arrivo per poter visitare compiutamente due spettacolari città come Lubecca e Stralsund; cosa che consigliamo vivamente a chi voglia fare questo tour.
    • Claudia

      Vacanza del 2016

      Pubblicazione 24 novembre 2016

      Siamo rientrati da pochi giorni dal nostro viaggio: questa è stata la terza vacanza con voi; dopo aver pedalato lungo la ciclabile del Danubio (da Passau a Vienna), lungo quella del Reno (da Mainz a Colonia), abbiamo deciso di affrontare la ciclabile del Mar Baltico (da Lubecca a Stralsund).

      A nostro avviso questo è stato il tour più bello che abbiamo fatto sinora; paesaggisticamente molto vario, in quanto il percorso alterna tratti lungo la costa, ad altri che attraversano boschi e campi di grano (per non parlare della penisola del Darss – Zingst con il paesaggio lagunare…) e naturalisticamente molto ricco: lungo il viaggio siamo spesso stati accompagnati da uccellini e farfalle che ci svolazzavano intorno. Inoltre abbiamo avuto la fortuna di godere del bel tempo per quasi tutta la vacanza… soltanto l’ultimo giorno, una pioggia battente ci ha inzuppati fino al midollo nonostante i K-way.

      Se il leit motiv della ciclabile del Danubio sono stati i traghetti e quello della ciclabile del Reno le Seilbahn (ovvero le varie funivie e cabinovie), il “filo rosso” di quest’anno sono stati i fari… quello di Warnemuende e quello di Darss (raggiungibile tramite una deviazione attraverso un bosco). Il faro di Warnemuende è famoso per la forma particolare della sua punta, mentre quello di Darss non presenta particolarità architettoniche; tuttavia, vi si gode di una vista bellissima sulla costa; inoltre con il medesimo biglietto si accede al Natureum che, insieme al Meermuseum ed all’Ozeaneum di Stralsund, fa parte del circuito dei musei di storia naturale dedicati all’ecosistema del Mar Baltico (a nostro parere tutti molto ben fatti ed interessanti).

      Consigliamo vivamente la deviazione per Bad Doberan ed il monastero (raggiungibile da Kuehlungsborn o da Heiligedamm con il caratteristico treno Molli, uno dei più antichi treni a vapore ancora in funzione) e, naturalmente, anche Rostock merita una visita; noi l’abbiamo raggiunta in treno da Bad Doberan per poi proseguire in bici fino a Warnemuende (dove avevamo l’albergo…) teoricamente è il percorso più lineare se si effettua la deviazione per Bad Doberan, tuttavia la ciclabile fra Rostock e Warnemuende non è gran che… con il senno di poi, sarebbe stato meglio tornare indietro, riprendere la ciclabile fino a Warnemuende e da lì raggiungere Rostock in traghetto (la cui esistenza abbiamo scoperto solo a posteriori…)

      Come sempre, l’organizzazione è stata impeccabile: abbiamo ricevuto i bagagli puntualmente ed anche gli alberghi erano molto belli (avevamo scelto la categoria A). Unica nota dolente la sistemazione a Wismar: si trattava di un ex magazzino ristrutturato per diventare un albergo (si chiama infatti Alter Speicher) ed indubbiamente aveva un certo fascino. Purtroppo, però, ci è stata assegnata una camera proprio sotto il tetto, che (oltre ad essere molto piccola, in quanto entrambi le pareti erano spioventi) era caldissima, dal momento che evidentemente mancava un buon isolamento termico e (considerato che in quei giorni c’erano 30 gradi), appena sorgeva il sole diventava un vero e proprio forno.

      Unico altro neo, aver scoperto a nostre spese (…e troppo tardi) che il percorso non era poi così pianeggiante come si sarebbe potuto immaginare dalle note descrittive; infatti, soprattutto le prime due tappe, presentano numerosi saliscendi. Il dislivello più rilevante (secondo quanto riportato dalla cartografia) è immediatamente prima di Kuehlungsborn; tuttavia, i saliscendi incontrati il giorno precedente presentavano una maggiore pendenza, che unita al vento contrario, al terreno sterrato (…e ad una preparazione fisica evidentemente non adeguata), ci hanno messo un po’ in difficoltà, nonostante avessimo anche accorciato la tappa di 20 km percorrendo in treno la tratta che collega Lubecca a Travemuende.

      Infine, consigliamo vivamente di dedicare, ove possibile, almeno due giornate piene alla città di Lubecca che è probabilmente il centro più importante toccato dal tour ed offre una vasta scelta di musei e monumenti.

      Augurandoci che queste nostre riflessioni invoglino altri a scoprire la ciclabile del Mar Baltico (…ed evitino loro di commettere i nostri stessi errori), concludiamo ringraziandovi per la bella vacanza e speriamo di poterci risentire il prossimo anno per un nuovo tour!

      Cordialmente
    • Stefano

      Vacanza del 31 luglio - 07 agosto 2016

      Pubblicazione 19 settembre 2016

      Viaggio consigliabile a chi ama il paesaggio marino molto diverso dal nostro, freddo, alcune mattine siamo partiti con 15 gradi, ventoso e a rischio pioggia. Ma il fascino è continuo. Le città molto belle, restaurate tutte dopo la riunificazione, sicure e molto nordiche. Insomma un gran bel viaggio.
    • Vittorio

      Vacanza del 14-21 agosto 2016

      Pubblicazione 12 settembre 2016

      Molto interessante
  • 1 Varianti
  • 3 Da combinare

Dettagli vacanza

 

da 579 €

8 giorni / 7 notti, Cat B

Formula vacanza

individuale

 

Date di partenza

ogni giorno dal 20.04 al 6.10.19

 

Quota per persona in doppia

579 € hotel 2/3* cat. B

739 € hotel 3/4* cat. A

  

Comprende

  • 7 pernottamenti con colazione
  • trasporto bagagli
  • materiale informativo
  • tracce GPS
  • ingresso al Meeresmuseum a Stralsund
  • traghetto Warnemünde–Hohe Düne
  • assistenza telefonica
  • assicurazione medico/bagaglio

Non comprende

  • viaggio a/r dall'Italia
  • tasse di soggiorno 
  • dispositivo GPS
  • caschetto e contachilometri
  • biglietti di ingresso alle attrazioni indicate nel programma
  • trasporti come da programma 
  • quanto non specificato alla voce “Comprende”

 

Supplementi

220/320 € camera singola

100/120 € media stagione (dal 25.05 al 21.06 e dal 9.09 al 22.09.19)

120/150 € alta stagione (dal 22.06 al 8.09.19)

80 € noleggio bici

190 € bici elettrica

60 € transfer in bus a Lubecca (bici inclusa, da pagare in loco)

 

Notti extra in doppia/singola con colazione:

65/100 € a Stralsund Cat B

80/125 € a Stralsund Cat A

Viaggi di Capodanno
Tante idee in continuo aggiornamento per un San Silvestro fuori dagli schemi!
Partecipa al nostro concorso con le foto o il video più bello della tua vacanza Girolibero, in palio un buono vacanza di 300 €!
Ricevi la Newsletter

Ogni settimana curiosità, eventi e idee di viaggio.

 

Ricevi il catalogo 2019
Un po’ catalogo, un po’ quaderno di viaggio: richiedi la tua copia e ricevilo gratis a casa!
Prenota
Prima

Sconto 4%

Prenota 4 mesi prima
Otterrai uno sconto immediato del 4% sulla quota del viaggio.

Assicurazione inclusa

Prenota 4 mesi prima
E scegli l’assicurazione annullamento Globy Giallo inclusa: la più completa, non la solita polizza base!

Tutto l'anno

Prenota 4 mesi prima
Se prenoti in anticipo sarai sempre premiato, su tutti i viaggi!

Attenzione!

Le date di partenza di questo tour sono terminate, ma stiamo lavorando all'aggiornamento.

Chiudi Chiudi
payment