Su misura Bici

NB07

Italia / Friuli Terre di Mezzo

Perdersi tra l'incanto dei tempi passati

Fiumi e risorgive, fino alla splendida Villa Manin di Passariano, la “Versailles” del Friuli.
  • Itinerario

    Partirete da Codroipo verso Sud dove, per preservare l'aspetto originario della zona umida, è stato costituito il Parco delle Risorgive. Si tratta di un territorio molto interessante dal punto di vista naturalistico perché ricco di acque risorgive, di corsi d'acqua, di flora e fauna tipica del

    luogo. Proseguendo lungo strade secondarie a basso traffico, ai margini di una zona boschiva lungo la roggia, si susseguono in posizione isolata cinque mulini, in gran parte risalenti al XVI secolo, che testimoniano la passata civiltà contadina basata sullo sfruttamento della terra e dei corsi d’acqua. Proseguirete sulla Strada dei Mulini che corre sull'argine del torrente Corno. Passerete per Bertiolo arrivando a Sterpo, piccolo borgo costituito da una schiera di vecchie case ben ristrutturate disposte ad arco attorno alla piazza. Il percorso vi porterà a Flambruzzo dove ammirerete Villa Rota Badoglio, un edificio imponente e fortificato circondato da un fossato.

    Il complesso è impreziosito da un ampio parco ben visibile, ricco di corsi d'acqua. Ad Ariis vedrete Villa Otellio, realizzata nel XVI secolo sui resti di un castello medievale dei conti Savorgnan. La facciata principale è rivolta verso l'ansa del fiume Stella, dove, in passato, sorgeva un porticciolo per gli scambi commerciali. Al centro dell’abitato sorge un mulino di notevole valore ambientale e

    architettonico, databile al XVII-XIX secolo è tuttora ben conservato. Proseguirete immersi nel tipico paesaggio della pianura friulana fino ad arrivare alla Chiesa di Sant'Antonio, a Villa Savorgnan, imponente villa-fattoria, e la Chiesa di Santa Cecilia che risale all'inizio del XV secolo. All’interno, nella volta del coro, presenta un interessante ciclo di affreschi, eseguiti da Antonio da Firenze nel 1490 circa. Arrivando a Passariano, vi imbatterete nella cornice di Villa Manin, stupendo esempio di villa veneta in Friuli, importante anche dal punto di vista naturalistico per la presenza di un vasto parco situato nella parte posteriore della dimora. Fu realizzato nel Settecento secondo il modello di Versailles. Nel corso dell'Ottocento il percorso fu riorganizzato secondo il gusto romantico ancora riconoscibile. Ritornerete alla stazione di Codroipo lungo la pista ciclabile, con arrivo previsto verso le 17.00 – 17.30.

     

    Possibilità di combinare l’uscita con la manifestazione “Sapori Proloco” che si tiene la seconda domenica di maggio proprio in Villa Manin.



  • Caratteristiche

    molto facile, circa 40 km, su pista ciclabile, strade secondarie e strade bianche di campagna

     

  • Come arrivare

    Ritrovo alle ore 11.00 presso la stazione FS di Codroipo, in concomitanza con eventuale regionale partito da Venezia Mestre alle 9.16, Oppure partenza ore 10.00. (vi preghiamo di controllare l'orario sul sito di Trenitalia). 

     

Dettagli vacanza

 

da 0 €

1 giorno, per gruppi precostituiti

Formula vacanza:

su misura, cioè per gruppi precostituiti, con o senza accompagnatore

Ricevi la
newsletter

Ogni settimana curiosità, eventi e idee di viaggio.

 

Partecipa al nostro concorso con le foto o il video più bello della tua vacanza Girolibero, in palio un buono vacanza di 300 €!

payment