In gruppo italiano Bici e barca / Fatti in casa

NL010

Belgio, Olanda / Da Amsterdam a Bruges

Mulini a vento, arte fiamminga e.. birra belga!

L’Olanda e l’acqua: un legame storico e indissolubile di un Paese nato dalla lotta costante dell’uomo con il mare. Ce ne accorgeremo a bordo del nostro battello fluviale, l’Anna Antal ma anche in sella al mezzo di trasporto per eccellenza di queste parti, la bicicletta. Dai meravigliosi siti UNESCO dove si radunano 19 mulini (il famoso Kinderdijk) passeremo il confine entrando in Belgio. Respireremo l’aria antica di Anversa, Gent, Bruges con i loro centri storici indimenticabili, per finire a degustare una famosa birra belga. Due Paesi, una bici, un battello come hotel: che altro vi serve?
  • Itinerario

    1° Amsterdam – Vianen (15 km)

    Arrivo individuale ad Amsterdam ed imbarco entro le ore 13:00. Non avete molto tempo per gironzolare in autonomia per le strade di questa capitale e scoprire se veramente vale quel nomignolo che lo associa al capoluogo veneto. Alle 14:00 si salpa per la prima crociera e potremo quindi prendere familiarità con il nostro hotel galleggiante, l’Anna Antal, che leggiadro si insinua tra i canali. Un primo assaggio di Olanda dal pontile del nostro battello, che il capitano conduce sicuro tra verdissimi prati e campi coltivati, un tempo duramente conquistati al mare. Infine ecco Vianen, cittadina fortificata sul fiume Lek, dove finalmente potremo testare le nostre biciclette ed immergerci per qualche chilometro in quel panorama che abbiamo osservato da lontano. Pernottamento in barca. 

     

    2° Vianen – Dordrecht (50 km)

    Non siamo nei Paesi Bassi? Allora tutti di corsa a vedere i mulini, ma quelli più famosi d’Olanda, concentrati in 19 nel piccolo villaggio di Kinderdijk. Davvero uno sguardo d’insieme eccezionale: non a caso sono Patrimonio dell’Umanità dal 1997. Questi soldatini tutti in fila che oggi fanno la gioia dei turisti, hanno contribuito a salvare la terra dall’acqua, nella costante lotta di questi terreni sotto il livello del mare. La nostra bici ci riconduce all’Anna Antal e siamo pronti ad imbarcarci nuovamente. I giganti del vento sono alle nostre spalle, di fronte a noi Dordrecht, una delle più antiche città d’Olanda. La Grote Kerk non domina più la città dall’alto dei 62 m, come quando venne costruita nel Medioevo, ma è ancora uno dei monumenti più significativi della cittadina, pregevole nel suo stile gotico brabantino. Pernottamento in barca. 

     

    3° Dordrecht – Anversa (35 km)

    Colazione, mentre, dondolati dall’andare dell’Anna Antal, raggiungiamo la penisola di Tholen. Questa doppia penisola era in realtà un tempo un’isola, circondata dai due bracci della Schelda; proprio da qui inizierà l’odierna pedalata attraverso delle profumate zone boschive. Avremo tutto il tempo per goderci l’ultimo tratto di Olanda per raggiungere la chiusa di Kreekraksper. Ecco, la nostra fedele Anna Antal che ci aspetta per un momento emozionante: il passaggio del confine tra Belgio e Olanda e l’approdo alla raffinata Anversa. Amanti dell’arte è il vostro turno! Residenze Art Nouveau, ville neo-rinascimentali, castelli medievali, chiese gotiche come la Onze Lieve Vrouw nella bella piazza del mercato e ovviamente, il grande pittore fiammingo Rubens, il cui spirito aleggia su tutta la città: non potrà mancare una passeggiata alla scoperta dei luoghi legati alla sua figura! Pernottamento in barca. 

     

    4° Anversa – St Amands/Dendermonde (45/60 km)

    La fortuna di Anversa non sono tanto i suoi famosi diamanti, ma il placido fiume Schelda che vi scorre attraverso per gettarsi in un grande estuario nel Mare del Nord. Come mai? Perché ha permesso alla città di avere il secondo porto più grande d’Europa e per di più proprio nel suo cuore, portandole una grossa fortuna commerciale ed economica. Sarà proprio lo Schelda il nostro compagno in questa famosa regione del Belgio: le Fiandre. Non preoccupatevi il nostro percorso non passa per i famosi “muri” della celebre gara ciclistica, ma sarà piacevolmente pianeggiante attraverso campagne verdi e tranquilli paesini. Il molo di uno di questi sarà il nostro ospite e il silenzio e la calma della serena vita provinciale per questa sera, ci cullerà. 

     

    5° St Amands/Dendermonde – Gent (40/55 km)

    Oggi avremo ancora tempo per gustarci la tranquillità bucolica delle campagne fiamminghe, sempre scortati dallo Schelda. Il fiume, però, ci porterà tra anse e piccole curve, alla vivace città di Gent o Gand. La calma delle campagna lascerà lo spazio alla brulicante vita di questa città universitaria… ma, vedrete, non la rimpiangeremo! Gand, non così conosciuta in Europa, è un vero tesoro nascosto: nel suo centro decorato di edifici medievali, la storia e l’arte si respirano a pieni polmoni! Tante le cose da vedere: citiamo, per esempio, il Municipio, uno dei più bei palazzi pubblici nelle Fiandre e la gotica Cattedrale di San Bavone, custode del capolavoro fiammingo, il polittico dell’Adorazione dell’Agnello mistico dei fratelli van Eyck. Pernottamento in barca. 

     

    6° Gent – Bruges (45 km)

    Ci eviteremo la periferia di Gent a bordo della nostra imbarcazione, ma a breve saremo di nuovo a terra pronti a pedalare tra i filari di alberi e verdissimi prati. Ci sentiremo immersi in uno di quei quadri fiamminghi dove la luce mette in mostra i colori e le attività dell’uomo e tutto sembra in armonia. Saremo infine arrivati all’apice del nostro viaggio: Bruges, candidata a città più romantica d’Europa. Questo gioiello medievale perfettamente conservato è stato riconosciuto Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 2000: non dimenticate in barca la macchina fotografica, ogni angolo vale una foto! Pernottamento in barca. 

     

    7° Bruges – Mare del Nord (50 km)

    Ultima tappa del tour: ci lanciamo alla scoperta del Mare del Nord, sempre immersi nel romantico paesaggio delle Fiandre. Avvisteremo le prime dune sabbiose ad indicarci la costa: i primi “rilievi” dopo chilometri nel territorio pianeggiante dei polder. Questo paesaggio non attrae solo i turisti, ma anche moltissime specie di flora e fauna, tanto da diventare la riserva naturale di Het Zwin, unica nel suo genere. Poco distante troveremo anche qui una spiaggia di ben 12 km, ma  solo se la giornata è calda, vedremo i tuffi di qualche temerario. Si ritorna quindi a Bruges, pronti per i festeggiamenti finali con un bel brindisi di birra belga

     

    8° Bruges

    Dopo colazione fine dei servizi.

     

    Per motivi organizzativi, climatici o legati a disposizioni delle autorità locali, l’itinerario potrebbe subire modifiche prima e/o durante la vacanza. Sarà nostro compito trovare un'alternativa adeguata.

     

  • Caratteristiche

    L’Olanda è notoriamente il paese delle biciclette: sicuramente aiuta il terreno completamente piatto, sotto il livello del mare. La rete delle piste ciclabili, quasi tutte asfaltate o ben lastricate, è molto fitta e ben segnalata con cartelli e bassi ceppi bianchi e rossi, chiamati” funghi” numerati e riportati nelle carte ciclabili. Anche il Belgio è favorevole alle pedalate in bicicletta, soprattutto se si sceglie come in questo tour la zona della piana costiera. Recentemente il Belgio ha unificato la rete ciclabile con quella olandese. Non incontrerete quindi grandi problemi nell’affrontare questo tour, tuttavia servirà un minimo di allenamento per stare una settimana di fila su una sella! Occorre ricordare che vento e pioggia in questi paesi sono molto frequenti e, soprattutto il primo, può rendere più difficile la vostra pedalata. Talvolta le piste ciclabili scorrono separate dal traffico solo da una striscia rossa e bisogna fare attenzione. Chiedete al vostro accompagnatore! Saprà darvi qualche informazione in più sul percorso.

     

    Questo tour è adatto a tutti coloro che utilizzano la bicicletta a ritmo lento, per brevi tratti pianeggianti. Una persona attiva e in buona salute può godersi questo itinerario. 

    Potete abituare il vostro corpo, soprattutto fondoschiena e gambe, muovendovi in bici con uscite nel fine settimana.

     

  • Come arrivare

    Il punto preciso dell’imbarco vi sarà comunicato nel documento finale qualche giorno prima della partenza. Sarà raggiungibile dalla stazione centrale dei treni di Amsterdam in ca. 15 minuti in bus.

    In aereo
    Il modo più veloce per raggiungere Amsterdam dall’Italia è sicuramente l’aereo. Ecco le principali compagnie low cost e di linea che volano su Amsterdam Schipol:
    Transavia da Bari, Napoli, Pisa, Olbia, Catania, Comiso, Palermo, Torino, Venezia, Verona.
    Easyjet da Catania, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Roma Fiumicino, Olbia, Venezia.
    KLM da Alghero, Ancora, Bari, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Crotone, Firenze, Genova, Lamezia Terme, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Palermo, Pescara, Pisa, Reggio Calabria, Roma Fiumicino.
    Alitalia da Alghero, Bari, Cagliari, Catania, Firenze, Napoli, Pisa, Palermo, Torino, Trieste, Roma.


    Dall’aeroporto prendete un treno che vi conduce direttamente alla stazione centrale di Amsterdam. Il tempo di percorrenza circa 20 minuti, il costo circa €5,00. I biglietti si possono acquistare direttamente al distributore automatico in aeroporto o in biglietteria (con un sovrapprezzo di 0,50 €). 

    Ryanair e Transavia (solo da alcuni aeroporti italiani: Bologna, Napoli e Venezia), invece, volano su Eindhoven. 
    Per raggiungere Amsterdam da Eindhoven: bus per la stazione centrale in corrispondenza con i voli, durata della tratta 1h30 circa, costo del biglietto 40€ a/r, prenotandolo on-line 38,50€. Per info e prenotazioni: www.airexpressbus.com 

    Per gli orari dei treni visitate il sito delle ferrovie olandesi www.ns.nl.

     

    In treno
    Non esistono treni diretti dall’Italia per l’Olanda, dovrete prevedere diversi cambi. Ci sono varie soluzioni con prezzi variabili: da Milano, Verona o Roma, treno notturno con almeno 2 cambi. Gli orari sono reperibili al sito www.trenitalia.com oppure www.bahn.com.


    In auto
    A seconda della città di partenza ci sono diversi itinerari per raggiungere Amsterdam. Viamichelin.it o altri siti sono disponibili per aiutarvi a calcolare il percorso più breve. Vi ricordiamo che in Austria/ Svizzera per circolare sulle autostrade è necessario avere il bollino/vignetta autostradale (8,80 € per 8 giorni in Austria, 38 € per 14 mesi in Svizzera) acquistabile in tutti gli autogrill prima del confine.

     

    Parcheggio
    Se decidete di arrivare in auto vi consigliamo di parcheggiare presso:

    • il parcheggio presso l’aeroporto Schiphol, collegato all'aeroporto tramite un bus-navetta gratuito ogni 10 minuti. In questo parcheggio si applica l’offerta “smart parking”, appositamente pensata per chi deve lasciare l’auto una settimana o più. Va prenotata almeno con 2 settimane di anticipo e vale per la zona di parcheggio P3. Il costo per 8 giorni parte da 70 € per veicolo. La prenotazione può essere effettuata via internet (www.schiphol.com) con carta di credito (che vale anche quale biglietto di entrata/uscita dal parcheggio).
    • i P+R (parcheggi “Park and Ride”): parcheggiate l’auto e raggiungete il centro con autobus, metropolitana o treno.Per info: www.iamsterdam.com.

     

     

  • Pernottamento e pasti

    Per questo tour il pernottamento, la colazione e la cena sono previsti a bordo di un battello fluviale, mentre il pranzo, ugualmente compreso nella quota, sarà al sacco.

    La vostra barca sarà: 

     

    Anna Antal

    Si tratta di un confortevole battello fluviale che può ospitare fino a 18 passeggeri, parzialmente ristrutturato nel 2013. Anna Antal offre 5 cabine doppie con letti bassi e separati e 4 cabine doppie con letti a castello, tutte con servizi privati. Completano il tutto un ampio salone che funge da bar e sala ristorante, ed infine il ponte esterno attrezzato di tavoli e sedie per i momenti di relax.

    Foto gallery di Anna Antal.

     

    Massimo numero di persone:18

    220 Volt: SI

    Aria condizionata nelle cabine: NO

    Doccia e bagno privati: SI

    Lenzuola e asciugamani: SI

    Asciugacapelli: NO

     

  • Bici e accessori

    Citybike robuste ed affidabili, telai unisex di diverse misure, dotate di comandi a leva posti sul manubrio. Ricordiamo, al fine di evitare spiacevoli cadute di catena, che il cambio non va mai utilizzato da fermi e nemmeno sotto sforzo (ad es. nel bel mezzo di una salita). Si deve prestare particolare attenzione ai freni nelle discese: non premerli troppo a fondo per il rischio di bloccare le ruota, soprattutto quella anteriore.

     

    Le biciclette sono equipaggiate con: 

    • una borsa da bici;
    • lucchetto.

     

    Per questo tour il casco non è obbligatorio. Generalmente preferiamo non noleggiarli per questioni di sicurezza (ogni casco funziona infatti solo se della misura giusta) e per questioni igieniche; per questo consigliamo sempre di avere con sé il proprio. Anche se il legislatore è flessibile è doveroso e sensato fare indossare il casco ai bambini e dare il buon esempio.

     

  • Materiale informativo

    Alcuni giorni prima della partenza, solo se effettuato il saldo, vi invieremo vai mail il documento finale con: 

    • la conferma dell'orario e del luogo di incontro;
    • indirizzi e numeri di telefono utili;
    • nome e numero dell’accompagnatore;
    • eventuali info personalizzate.

     

  • Al vostro fianco

    Accompagnatore Girolibero per tutta la durata del viaggio. Vi ricordiamo che i nostri accompagnatori non sono guide turistiche-culturali né animatori da villaggio, ma hanno la funzione di coordinare il gruppo e guidarlo lungo il tragitto. Alcuni sono professionisti, altri lo fanno semplicemente per passione, ma in entrambi i casi il comune denominatore è la buona conoscenza di una lingua e il sapersela cavare in “quasi” ogni situazione.

     

    Per tutta la vacanza avrete a disposizione due numeri di emergenza: 

    • il numero di Girolbero in Italia, attivo ogni giorno dalle 8:00 alle 20:00 
    • il numero dell'accompagnatore.
  • 2 Varianti
  • 2 Da combinare

Dettagli vacanza

 

da 895 €

8 giorni / 7 notti, pensione completa

Formula vacanza

in gruppo italiano

 

Date di partenza

sabato 28.07.18

da Bruges sabato 4.08.18

 

Quota per persona

895 €

 

Comprende

  • 7 pernottamenti 
  • pensione completa (colazione, pranzo al sacco, cena e bevande escluse)
  • accompagnatore Girolibero
  • lenzuola e asciugamani
  • assistenza telefonica
  • assicurazione medico/bagaglio

 

Non comprende

  • viaggio di andata e ritorno
  • eventuali attraversamenti fluviali a pagamento (circa 10 € per tutta la vacanza) 
  • bevande ai pasti
  • ingressi a musei/monumenti
  • quanto non specificato nella “quota comprende”

 

Supplementi

75 € noleggio bici

175 € bici elettrica 

50 € menù per celiaci (prenotazione anticipata, pagamento in loco)

 

Iscriviti alla
newsletter

Ricevi la newsletter! Ogni settimana curiosità, eventi e idee di viaggio.

 

Partecipa al nostro concorso con le foto o il video più bello della tua vacanza Girolibero, in palio un buono vacanza di 300 €!

payment