Trova la tua vacanza

Ricerca avanzata

In libertà

A01

Austria / Ciclabile del Danubio

Passau Vienna classica

La pista ciclabile più famosa al mondo,vi stupirà con il suo percorso tra vallate e verdeggianti vigneti. Seguendo in bici il corso del maestoso Danubio, incontrerete centri culturali come Passau, Krems, Melk e Linz. Castelli e monasteri vi accompagneranno sino alla splendida Vienna.
  • Itinerario

     

    Arrivo individuale a Passau e primo pernottamento.

    Se vi rimane del tempo libero, vi consigliamo una passeggiata nella ”Città dei 3 fiumi”, così chiamata perché situata alla confluenza di Inn, Ilz e Danubio. In particolare, non fatevi mancare una visita al duomo cittadino che custodisce l’organo più grande del mondo, e e all’immensa fortezza Veste Oberhaus, da cui si gode uno splendido panorama sulla città.


    2° Passau-Schlögen (cat A+ e A)/Haibach (cat B) (45/55 km).

    Lasciata Passau si attraversa Engelhartszell, dominata dall’abbazia cistercense fondata nel 1293, ora unico convento trappista dell’Austria. Poi via sui pedali fino a Schlögen, dove il Danubio disegna una splendida ansa, rendendo questo tratto uno dei più pittoreschi di tutto il percorso. Consigliamo la passeggiata per raggiungere il belvedere. Per la categoria B si prosegue fino Haibach.


    3° Schlögen-Linz (60 km).

    Sorpassata Aschach, un tempo sede di uno tra i più rinomati mercati locali, ed Eferding, città dei Nibelunghi con il castello di Stahrenberg, la vallata si restringe di nuovo all’altezza di Wilhering, il cui monastero cistercense, vero gioiello di stile rococò, domina sul paesaggio. Giungerete quindi a Linz, polo culturale e moderno. Visitate il centro storico in stile barocco con la piazza principale, tra le più grandi d’Europa, e la Martinkirche, la chiesa più antica d’Austria conservata allo stato originale. Una visita alla casa dove Mozart compose la Linzer Symphonie, oppure una rilassante passeggiata nel Giardino Botanico, con oltre diecimila specie di piante.


    4° Linz-Grein (cat. A+)/Ardagger/Bad Kreuzen (cat. A e B) (65 km).

    Consigliamo una piccola deviazione (10 km) verso la splendida abbazia agostiniana di St Florian, vero gioiello del barocco austriaco, per poi raggiungere Enns, uno dei più antichi centri dell’Austria, con il cinquecentesco castello Ennsegg e i grandi palazzi rinascimentali. In alternativa potete percorrere la sponda Nord verso il memoriale del Lager di Mauthausen, luogo emblematico dell’Olocausto, per poi attraversare Mitterkirchen con il suo interessante museo all’aperto. Giungerete infine a Grein (cat.A+), graziosa località di villeggiatura con case del XVI-XVIII secolo, oppure Ardagger/Bad Kreuzen (cat. A e B).


    5° Grein/Ardagger/Bad Kreuzen-Maria Taferl/Melk (cat. A+ e A)/Leiben-Arstetten (cat. B) (50 km).

    Da Grein la valle si restringe all’altezza dello Strudengau, la gola del Danubio temuta un tempo dai naviganti per i suoi pericolosi vortici. Qui, dopo l’ampia spianata del Machland, il panorama torna ad essere più mosso. Si pedala, a seconda della categoria scelta, fino a Maria Taferl con il suo celebre santuario barocco, oppure fino a Leiben conosciuta per il suo castello, o ancora fino a Melk, nota per l’imponente abbazia benedettina. Sulla riva meridionale potete visitare il Museo della bicicletta nella cittadina di Ybbs.


    6° Maria Taferl/Melk/Leiben-Krems (cat A+ e A)/Traismauer (cat. B) (50/55 km).

    Proseguendo lungo il fiume, si attraversa la Wachau: si tratta della regione più suggestiva di questo tratto di Danubio, che qui scorre insinuandosi tra verdeggianti colline coltivate a vite, dove sorgono piccoli villaggi ricchi d'’arte. Si attraversa Willendorf, borgo rurale, divenuto famoso per il ritrovamento della statuetta paleolitica della Venere di Willendorf. Vale la pena sostare in uno di questi paesi della Wachau, ed approfittare delle numerosissime cantine per una degustazione di vini locali. Sempre in sella fino al romantico paese di Dürnstein, dominato dal castello in cui fu imprigionato Riccardo Cuor di Leone. La tappa termina a Krems o a Traismauer.


    7° Krems/Traismauer-Vienna (50 km in bici + 21 km in treno A+ e A; 60 km in bici B).

    Krems an der Donau, storica località vitivinicola, è una cittadina silenziosa sulla riva sinistra del Danubio. Da visitare il Museo della città del vino. Di fronte a Krems, arroccata su un’altura erbosa, sorge la maestosa abbazia di Göttweig, fondata dagli Agostiniani nel 1074. Alla stretta valle del Wachau fa seguito l’ampia pianura del Tullner Feld. Si pedala fino a Tulln, dove ha sede l'interessante Museo Egon Schiele. Prima di arrivare nella capitale, prima del Wienerwald, il “bosco viennese”, si attraversa Klosterneuburg con il suo pregevole complesso abbaziale. Infine si giunge alla meta finale, Vienna, capitale mitteleuropea.


    8° Vienna.

    Dopo colazione, transfer di rientro a Passau e fine dei servizi.

  • Caratteristiche

    Questo tour si svolge lungo il percorso ciclabile più famoso al mondo, la ciclabile del Danubio: ottime piste ciclabili ben attrezzate, completamente pianeggiante, perfetta segnaletica, oltre ad un paesaggio variegato. Partendo da Passau l’itinerario si snoda su entrambe le rive del Danubio, tuttavia si preferisce di solito una riva all’altra o perché il paesaggio è più bello e la strada meno trafficata, o perché (raramente) manca la ciclabile. Per il passaggio da una riva all’altra avete a disposizione ponti, centrali elettriche e dei tipici traghetti di legno che possono portare fino ad un massimo di 15-20 persone + bici. Questi sono abbastanza frequenti, ma non si trovano ovunque (nel materiale informativo troverete tutte le possibilità di collegamento e orari).

     

  • Come arrivare

    In aereo
    Potete raggiungere Passau volando su Vienna e utilizzando il biglietto del treno Vienna-Passau incluso nella quota all’inizio del viaggio*. Le principali compagnie che volano su Vienna sono:
    Airberlin da Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Catania, Venezia, Napoli, Bologna, Palermo, Bari, Torino, Pisa.
    Easyjet da Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Catania, Venezia, Napoli, Bologna, Palermo, Bari, Torino, Pisa.
    TUIfly da Firenze, Milano Malpensa, Olbia, Roma Fiumicino.
    Austrian Airlines da Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Milano Malpensa, Napoli, Olbia e Roma Fiumicino.
    Lufthansa da Milano
    Alitalia da Fiumicino Dall’aeroporto un treno vi conduce fino al centro e alla metropolitana. Da qui raggiungete la Westbahnhof da cui partono i treni per Passau.

     

    *Attenzione! L’invio in anticipo dei biglietti del treno potrà essere effettuato solo se prenotato con almeno tre settimane di anticipo.

     

    In auto

    Milano dista da Passau circa 750 km, quindi circa 7 h di viaggio passando per Brescia, il Brennero, Bolzano, Innsbruck, Monaco o Braunau. Vi ricordiamo che in Austria per circolare sulle autostrade è necessario avere il bollino/vignetta autostradale acquistabile presso tutti gli autogrill prima del confine. Il costo per 8 giorni è di 8 €.

     

    Parcheggio

    Nel vostro pacchetto è compreso un parcheggio privato scoperto e non custodito per tutta la settimana del tour e per le eventuali notti extra. Per qualsiasi prolungamento non comunicato in anticipo dovrete versare 6 € al giorno.


    Al momento della prenotazione potete richiedere un posto auto presso il parcheggio coperto vicino alla stazione al costo di 25 € settimanali.

     

    In treno

    Da Milano potrete prendere un treno che con uno o due cambi (Verona e Monaco) vi conduce direttamente a Passau. Orari e prezzi sui siti Ferrovie dello Stato o Deutsche Bahn.

     

  • Pernottamento e pasti

    Il pacchetto include il pernottamento e la colazione. Il tour consiste in 7 pernottamenti in hotel 3* per la categoria B, 3* e 4* per la categoria A, o 4* per la categoria A+ (tranne per il primo giorno). Il primo pernottamento, il giorno di arrivo e non di pedalata, è ugualmente incluso nella quota. Vi ricordiamo che le categorie dell’hotel sono assegnate in base alla classificazione prevista nella nazione ospitante; ci potranno per cui essere alcune differenze rispetto alla classificazione italiana.

    Camere doppie/matrimoniali: la richiesta di una camera con letti separati è sempre segnalata alla struttura alberghiera ma non garantita.

     

  • Bici e accessori

    Il primo giorno di pedalata vi saranno consegnate delle biciclette a 21 rapporti con freno a manubrio. E’ possibile prenotare biciclette elettriche (con supplemento). Le bici sono equipaggiate con:

    • lucchetto del tipo fisso con chiave
    • borse laterali non impermeabili

     

    Se viaggiate con bambini di età compresa tra 0 e 7 anni consigliamo di prendere un'appendice che gli permetta di viaggiare comodamente e di lasciarsi trascinare se troppo stanco. Queste sono le soluzioni possibili:

    • seggiolini posteriori (di solito da 1 a 3 anni),
    • carrellini coperti (da 0 a 4 anni) a uno o due posti,
    • cammellini (da 4 a 6 anni) sempre al traino dei genitori, con un minimo di 120 cm;
    • Follow-Me tandem: il pratico gancio che permette, in caso di necessità, di agganciare la bicicletta del bimbo alla bici dell’adulto (da 4 a 7 anni- con un altezza minima di 120 cm). Utilizzabile principalmente con biciclette bimbo da 20”.
    • per i più grandicelli sono a disposizione biciclette indipendenti con il telaio adatto all’altezza dei nostri giovani ciclisti (ruote da 16”, 18”, 20”). Non sempre queste biciclette sono dotate del cambio.

     

    Per questo tour il casco è obbligatorio solo per i bambini fino ai 12 anni.

    Il noleggio della semplice bicicletta non richiede alcuna cauzione. Per tutte le altre biciclette e/o appendici dovrete lasciare una cauzione di:

    • 90 € per carrellino, cammellino, follow-me tandem e seggiolino
    • 180 € per biciclette elettriche

     

  • Materiale informativo

    Riceverete a casa:

    • una scheda tecnica in pdf con le informazioni necessarie al vostro tour
    • guida del percorso con descrizione del percorso e mappe
    • lista dei voucher che riceverete in loco
    • orari dei mezzi di trasporto in loco
    • moduli di consegna bici
    • assicurazione medico bagaglio
    • assicurazione contro l’annullamento (se richiesta al momento della prenotazione)
    • depliant e materiale informativo

     

    Riceverete via mail, qualche giorno prima della partenza, solo se effettuato il saldo:

    • voucher vacanza a conferma dei servizi da voi prenotati
    • lista hotel

     

    Riceverete in loco:

    • voucher per gli hotel e servizi prenotati inclusi o extra, essenziali per poterne usufruire
    • etichette bagaglio
    • eventuali biglietti del treno/nave/parcheggio

     

  • Al vostro fianco

    Nei mesi di luglio e agosto un nostro collaboratore vi accoglierà al primo hotel per rispondere a tutte le vostre domande, aiutavi a controllare i documenti ricevuti e darvi gli ultimi consigli. Alla reception troverete un foglio con l’orario dell’appuntamento.

     

    Per tutta la durata della vacanza avrete a disposizione due numeri di emergenza da contattare solo in caso di necessità: il nostro in Italia e quello del referente locale.

     

     

  • 21 Impressioni di viaggio
    • 2014-09-09 18:11:36
      Gent.ma Sig. Silvia, sono Renato e ho effettuato con Mariano la "biciclettata" tra Passau e Vienna dal 19 al 26 scorso. Con questa mia intendo ringraziare la vostra Agenzia per lo splendido lavoro organizzativo ed in particolare: -la precisione delle informazioni preliminari al viaggio con il preciso invio di tutto il materiale esplicativo necessario; -l'organizzazione locale con le varie sistemazioni alberghiere che sono sempre state di ottimo livello; -la gentilezza delle persone in loco con cui ci siamo sempre rapportati (è anche vero che a cortesia si risponde cortesia); -i vari trasfer che sono sempre stati precisi come orario. E' nostra intenzione, in seguito, ritornare a utilizzare i vostri servizi e, da parte nostra, non mancherà una positiva pubblicità della vostra organizzazione. Grazie ancora di tutto. Renato e Mariano

      Renato, Savona

    • 2014-08-21 18:32:12
      Gentile Girolibero, siamo tornati domenica dal viaggio Passau-Vienna,tutto bene,paesaggi stupendi,pedalare lungo il danubio con il sole,verde,anatre,cigni,uccelli e....... è stata una vacanza gratificante. Purtroppo abbiamo avuto un paio di problemi e non sapendo nè tedesco nè inglese ci siamo arrangiati in qualche modo. Nella tappa Linz-Grein con alloggio a Bad Kreuzen,avevamo il voucher per il transfer all'hotel con 2 orari (16,45-18,45) al primo siamo arrivati con 2 minuti di ritardo,ci siamo guardati attorno,sono arrivati un paio di furgoni abbiamo mostrato loro il voucher ma ci hanno detto"nein-nein",dopo 5 minuti è passata una donna con un'auto e portabici che si guardava attorno,si è avvicinata a noi e le abbiamo mostrato il voucher l'ha guardato 2 secondi e ha detto"nein-nein". Abbiamo aspettato fino alle 17,15 inutilmente. Siamo andati a fare un giro in centro e alle 18,30 eravamo al punto d'incontro,alle 19 non si era ancora visto nessuno così abbiamo telefonato all'hotel e in qualche maniera ci hanno detto che in 20 minuti arrivava il taxi. 19,30 arriva un furgone 9 posti, si ferma,mostriamo il voucher del transfer e dice"nein-nein"a questo punto proviamo a mostrare anche il voucher dell'albergo,ed allora dice "ja-ja".Ci porta all'hotel, 8 km di salita,arriviamo e ci parla in tedesco,non capiamo ma colgo euro e penso voglia la mancia,parla con la signora dell'hotel che ci scrive su un foglio che dobbiamo pagare 21 euro.Allora un pò irritato mostro il voucher del transfer,mi faccio capire che al primo appuntamento eravamo in ritardo di 2 minuti e non avevamo visto nessuno,gli faccio vedere il secondo orario e lei resta basita,si sono parlati fra loro e ci ha consegnato le chiavi della camera.Eravamo sufficientemente stanchi,doccia e poi a cena.Al momento del dolce passa nella sala una signora che noi subito riconosciamo essere quella a cui avevamo mostrato il voucher all'appuntamento a Grein.Dimostriamo il nostro disappunto,in qualche modo chiediamo spiegazioni al chè ci fa capire che la colpa era della Donau Turistik e si scusa.Noi non sappiamo in realtà cosa sia successo,certo che è stato gran disagio, Mentre nell'ultima tappa giunti all'hotel di Vienna forse complice anche la stanchezza, non siamo riusciti a comprendere dove trovare la lista dei ristoranti per la cena,la signorina della reception ci ha visto in difficoltà e gentilmente ci ha fatto cenare all'Arcotel consegnando il voucher al ristorante.Per questo ci scusiamo e se c'è qualcosa da pagare ce lo comunicate. Ringraziandovi distinti saluti Giorgio e Vittorina.

      Giorgio, Vicenza

    • 2014-08-11 15:28:46
      Gentili Silvia, Martina e Andrea, ho il piacere di comunicare il felicissimo esito della nostra gita sulla ciclabile Passau-Vienna della scorsa settimana, A partire dalla perfetta accoglienza di Andrea al nostro arrivo a Passau, sino al rientro, otto giorni dopo. Spettacolare il percorso, ineccepibile l'organizzazione, eccellenti tutti gli hotel; nessun contrattempo, c'è stato persino il sole e l'ombra dove richiesti. Unico disappunto in occasione del rientro da Vienna, parecchia dispersione con il pullman (eccellente e paziente l'Autista) per la raccolta e redistribuzione dei viandanti, oltre ai rispettivi bagagli e bici, presso i diversi hotel: ci sono volute almeno tre ore supplementari oltre a quelle del viaggio. Credo ci possano essere dei margini di miglioramento separando viaggiatori e bagagli. Grazie per l'ottima vacanza, mi auguro ci possa essere presto una nuova occasione. Un abbraccio, Erica

      Erica, Brescia

    • 2014-06-17 15:39:07
      Buongiorno. Il viaggio in oggetto è stato completato nel tempo previsto: complessivamente soddisfacente, e, visto il periodo particolare (post alluvione), senza particolari problemi. Per pignoleria, ma sopratutto come suggerimento, riepilogo di seguito alcuni punti a favore e sfavore: ++++-Noleggio bici: ottime, non hanno dato problemi; suggerirei una maggiore cura sulla manutenzione del cambio e catena visto che il percorso si snoda anche su terreno fangoso e sterrato. ++++-Trattamento alberghiero: ottimo per la fascia scelta (cat B); negativo a Krems, hotel senza ascensore (due piani a piedi con bagaglio), ++-- A Vienna hotel bello ma lontanissimo dal centro storico e sopratutto dalla WBanhof (bagagli al seguito), anche se c'è la Metro. Sulla Frantz Josef Banhof (arrivo da Greifstein) non passa vicino alcuna metropolitana utile per andare in albergo; consiglio usare il taxi che costa veramente poco (10€). +++++ Percorso: splendido, emozionante , emotivamente coinvolgente: il vero protagonista del viaggio è sempre Lui, il magnifico Danubio con tutta la sua storia, le sue genti, le sue tracimazioni, e perchè no, le sue zanzare (AUTAN!!!) e i suoi lumaconi. ----- A Krems l'uscita dalla città e l'imbocco della ciclabile, riva destra verso Vienna, è un vero percorso ad ostacoli, con indicazioni imprecise, mancanti o nascoste dalla vegetazione: assolutamente da rimediare. +++++Assolutamente da non perdere: l'abbazia di Melk. +++++ la tappa 3 da Linz a Grein l'abbiamo percorsa in treno a causa della violenta e persistente pioggia: ciò non ci ha impedito di fermarci a Mauthausen per rendere il dovuto omaggio alle vittime del lagher nazista. Abbiamo apprezzato l'efficienza e la puntualità dellle OBB che, esistono in varie parti del percorso e rappresentano una alternativa rassicurante in caso di difficoltà personali. L'informazione a mio avviso andrebbe passata ai cicloturisti per dar loro (specie se alle prime armi) una ulteriore tranquillità. Consiglio generale: pedalare lentamente fermandosi a visitare i luoghi che si attraversano, occupando la giornata per coprire la tappa; andando in fretta non si gusta molto ed in più non serve arrivare presto a fine tappa: in genere si è comunque abbastanza stanchi da desiderare una buona cena ed un meritato riposo piuttosto che andare in giro per la città. Grato a tutti voi per avermi col vostro lavoro consentito di fare una magnifica vacanza, vi allego una curiosa foto del viaggio: due lumaconi clandestini in viaggio di nozze sul Danubio, che hanno hanno approfittato di un passaggio sul parafango anteriore della bici. cordialmente B.

      Biagio, Riccione

    • 2014-06-17 15:23:58
      Siamo tornati dalla vacanza. Contenti e soddisfatti. X fortuna il tempo ci ha dato una bella mano. Solo un suggerimento, gli alberghi erano tutti di ottimo livello, ma eviterei quelli lontani da centri abitati. La sera si ha piacere di fare due passi dopo cena. Grazie x la sua gentilezza e disponibilità e buon lavoro.

      Corrado, Sarre

    • 2014-06-17 14:56:20
      Cara Anita! Siamo di ritorno dal nostro primo viaggio "cicloturistico" e devo dire che e' stata un'esperienza veramente esaltante.... I km sono molti ma ripagati dagli splendidi scenari. Alcuni commenti, da un 'addetta ai lavori, proprio per migliorare il servizio. 1. Hotel di Passau Sapevamo che l'hotel e' stato scelto da Girolibero per l'ottima posizione; come struttura non era assolutamente male, ma ha lasciato un po' a desiderare la cena ( noi avevamo la mezza pensione) . Da migliorare. 2.Hotel a Linz. Anche qui abbiamo avuto un po' di problemi al ristorante, abbiamo dovuto presentarci prima delle 20.00 nonostante il ristorante chiudesse alle 21.00; trattamento non particolarmente gentile da parte delle cameriere. Nel complesso e' stata un ottima vacanza, tutti gli alberghi scelti erano ottimi e pulitissimi. Ti mando, in allegato due foto del viaggio, dove ci vedi ritratti tutti e 5, con indosso le magliette che Silvia ha appositamente disegnato per noi.... Magari le vedremo sul catalogo del prossimo anno! Ancora grazie ed un abbraccio Angela

      Angela, Rivoli

    • 2014-06-17 13:20:00
      Ciao, non so se ti ricordi di noi lo scorso anno siamo andati a pedalare sul Danubio da Passau a Vienna la Classica, San Germano Chisone, Torino, ti abbiamo stressato parecchio... Mi ero sempre riproposto di farti un report della nostra vacanza, oltre che a ringraziarti, ma per una cosa o per l'altra ho sempre rimandato. In relazione ad un evento che mi è successo, mi sono deciso, ma andiamo con ordine. La vacanza è stata una "figata", divertiti, mangiato bene, pedalato sotto il sole e sotto la pioggia, bucato, etc etc. In allegato, se hai voglia di leggere, trovi un PDF che descrive il nostro viaggio. Questo è stato il compito che l'insegnante di italiano di mio figlio gli ha assegnato per le vacanze, e si è pure preso 9 come voto!!! L'evento che mi ha portato a scriverti è stato che: ho partecipato al concorso indetto dall'agenzia DONAU alla quale vi siete appoggiati, e ta-ta-ta ho vinto il primo premio, con la fotografia qui sotto riportata. Questa partecipava nella sezione architettura ed è stata scattata all'abazia di Melk. Dimenticavo il premio è: 3 notti a Vienna in hotel 4 stelle con prima colazione, 1 gita in barca sul Danubio, treno a/r da Brennero a Vienna, il tutto per 2 persone da farsi entro Settembre. meglio di così... Ho finito... Grazie ancora di tutto e che dire ... alla prossima Claudio Mioci P.S. E' in preparazione anche il DVD che con musica ed immagini permetterà di tenere vivo questo bel ricordo.

      Claudio, S. Germano Chisone, Torino

    • 2011-08-29 22:11:15
      Bellissimo, una delle migliori vacanze che abbia mai fatto, ricordatevi di portare dietro l'anti-pioggia!

      Demis

    • 2011-08-04 16:28:36
      ciao amici di GIROLIBERO - vogliamo ringraziarvi per la FANTASTICA vacanza appena trascorsa lungo la CICLABILE DEL DANUBIO PASSAU-VIENNA - la nostra prima esperienza di un viaggio su due ruote cosi appassionante, ricco di emozioni per la varietà dei paesaggi che si incontrano ogni giorno, curato nei minimi particolari da voi senza alcun errore e senza trascurare nulla: piantina del percorso perfetta in ogni dettaglio, hotel fantastici e bici ottime. Insomma siamo rimasti talmente entusiasti di questa vacanza che già stiamo pensando a quelle del 2012 sempre in vostra compagnia!!!!!!!!!!!!! GRAZIE GRAZIE GRAZIE

      SERGIO E TIZIANA

    • 2010-09-27 14:57:57
      Passau –Vienna Classica – I Motivati da Milano 2010 Pensavamo di non essere in grado, di non farcela, di non essere allenati, che avremmo desistito alla prima difficoltà, al primo cedimento muscolare, ma nonostante ciò eravamo fortemente motivati; per questo abbiamo deciso di intraprendere quella che poi è risultata essere una piacevole, fattibile, bella esperienza; adatta anche a noi. L’organizzazione è impeccabile e così anche la ricezione alberghiera, al di sopra delle nostre aspettative. La pista ciclabile è asfaltata, le biciclette sono adeguate, comode ed efficienti. La pista ciclabile fino a Linz si snoda in un affascinante paesaggio collinare, dove la vegetazione costeggia la pista e la separa dal Danubio. Molto divertente e comodo prendere i vari traghetti per attraversare il fiume. Poi fino a Vienna si pedala attraversando la campagna: campi di girasoli, granoturco e prati, bei casolari grandi, ristrutturati ancora attivi, intervallati da boschetti. Una visita prolungata merita il campo di concentramento a Mauthausen, la guida in italiano calibra il suo linguaggio all’età dei partecipanti, quindi consigliato anche ai ragazzi, tenendo presente che è stato un luogo di morte e di dolore. Nei pressi di Vienna si pedala lungo l’argine del Danubio, ancora un paesaggio diverso. Le case sono costruite a debita distanza dal fiume, così da permettere a chi percorre la ciclabile di godersi a pieno il maestoso Danubio. Finalmente domenica alle cinque di sera giungiamo a Vienna, è stata una lunga pedalata, molto appagante, molto divertente, ci ha reso più forti, più consapevoli dei nostri limiti, ma soprattutto del nostro potenziale. Arianna ha imparato a pedalare senza braccia. Elisa, grazie alla musica del suo cellulare, sa che non è poi così brutto alzarsi al mattino ed iniziare a pedalare. Luca, Gaia, Giulia sanno che con un sorriso, una battuta, una gara di velocità si possono superare sia i momenti di stanchezza e sia i tantissimi momenti di benessere e di bellezza che quei luoghi sanno regalare. Per noi adulti, invece è stata una bella settimana trascorsa al contempo in famiglia e con gli amici. Tania ha apprezzato il buon cibo; io ho virato sulla birra con o senza limone; Andrea ha constatato che le sue “donne” hanno resistenza e tenacia; Gianfranco che le gemelle crescono anche pedalando; Mario ha preso spunto da tutto quel verde e dalla sua pulizia per ricordare quando è brutto e sporco il verde made in Italy. Una bella vacanza che ci porteremo dentro per molto tempo.

      Laura e Co. da Milano

    • 2010-09-27 11:28:21
      Anche se in ritardo volevo farvi i complimenti per l’ottima organizzazione che abbiamo trovato per il viaggio in bici PASSAU VIENNA. Se li accettate due piccoli suggerimenti: - i VOUCHERS scritti in doppia lingua ( ci hanno chiesto un voucher per il trasferimento in auto anche se era scritto) - una piantina o un percorso più dettagliato per chi a Vienna vuole raggiungere l’albergo in bicicletta. Stiamo già pensando al prossimo anno!!!! GRAZIE ancora e tanti saluti

      Paolo,Patrizia,Leonardo e Angela, Vicenza

    • 2010-09-22 13:24:16
      Cari amici di Girolibero. Vi scrivo molto tempo dopo che abbiamo finito famoso Tour Passau – Vienna il 13. Di Agosto. Devo ribadire, che il giro è bellissimo, lo possono fare tutti anche senza qualsiasi preparazione sportiva, perché va sempre lungo il fiume, da ambo le parti, è per questa ragione sempre in leggera discesa. Noi siamo stati graziati, perché abbiamo avuto solo un giorno di pioggia molto forte, se no tempo è stato più sul bello che brutto. Soprattutto vorrei dirvi che l’organizzazione che si trova tramite Donau Turistic è veramente impeccabile, sarebbe molto difficile trovare qualcosa che non va. Subito al inizio c'è Nicholas che si presenta puntualissimo in albergo Jessuitenshloss. Lui ci ha chiarito tutti ultimi dubbi, gentilissimo e disponibile ci ha lasciato anche il n° di cellulare per eventuali problemi. Grande! Le valigie viaggiano anché loro in orari perfetti 9 di mattino 16 al pomeriggio. Mai con il minimo ritardo. Noi abbiamo scelto la categoria di alberghi migliore, e tranne il primo a Passau che lascia molto desiderare riguardo informazioni alla Reception, dove non ti sanno dire niente di niente, per fortuna al mattino trovi Nicholas. Altri alberghi sono stupendi, ben organizzati, il personale è molto disponibile e gentilissimo. Premetto, noi siamo turisti- ciclisti molto esigenti, a differenza tanti altri, molto spartani, noi amiamo essere coccolati e amiamo il lusso. Quando volevamo cambiare il menu, perché non ci è piaciuto, questo non era assolutamente problema. Hotel Donaushlinge consiglio a tutti, si trova in un posto magico proprio sopra il fiume, con centro benessere molto bello, sempre aperto fino alle 22.00 di sera. Il ristorante è panoramico e cucina buona, soprattutto la colazione. A Linz la scelta di albergo è stata strategica, perchè sulla via principale in centro commerciale della città, cosi al pomeriggio si può fare anche un mini shoping. Il ristorante in Schillerpark Hotel non era male, solo un po’ troppo dietetico per i ciclisti, ci siamo alzati dalla tavola con fame, anchè se in tutti i ristoranti pane per Italiani era abbondante, è che buon pane… Altra bella sorpresa era Hotel Aumule Grein, 7-8km fuori paese, ma bellissimo, cibo ok ma centro benessere spettacolare. Anche accoglienza e la gentilezza senza limiti. Qui ci siamo svegliati con la pioggia torrenziale, e visto che ti portano con le bici da Grein ad albergo con pulmino, abbiamo chiesto passaggio a Maria Taferl, ns. prossimo albergo. Senza problemi, e con pochi soldi ci hanno portato. Eccezionale!!!! Poi c'è albergo Schahner Maria Taferl questo è il più bello di tutti, centro benessere da 5 stelle, cucina molto rafinata, ma tipo “Nuovell Cuisine”, ciò è poco. Ci siamo lamentati e ci è stato subito portato un piatto di vari formaggi dopo cena. Grazie molto carini….Prima di Krems abbiamo avuto noi un incidente abbastanza grave, la mia amica è caduta e si è rotta il polso. A Krems Hotel Klinglhuber la ragazza in reception vale oro, gentilissima è disponibilissima, ci ha spiegato tutto, chiamato taxi per Ospedale ecc. Purtroppo il giro “must go on” , giorno dopo con il gesso….Vi spiego unica cosa che non abbiamo ben capito, 20km prima di Vienna si prendeva il treno. OK tutto bene, però perché? La pista ciclabile prosegue senza interruzioni, sempre lungo il fiume si arriva esattamente al punto di partenza della Kaiserin Elizabeth, nave che dopo ci ha portato indietro. Non vedo ragione perche in treno, i chilometri che si fanno per prenderlo e dopo dal centro di Vienna ad albergo sono gli stessi. Unica cosa che vi consiglio per altri che vorrebbero andare indietro a Passau con la nave, cercateli la nave con le cabine. La Kaiserin Elisabeth è una nave stupenda, ma viaggio è cosi lungo e noioso, che stare sempre al sole o a tavola diventa veramente incredibilmente lungo. Poi si può anche dormire di sera. Noi siamo stati sfortunati perche in quei giorni il Danubbio ha avuto un livello talmente alto e molta corrente contraria, che la nave faceva fatica andare a 13km/ora al posto di normali 18-20km/ora. A Linz in Hotel a certo punto alle 22.00 di sera, ci hanno portato con i pullman, e giorno dopo 30km avanti per prendere la nave che ha navigato tutta la notte. Questo perche a Passau deve arrivare in tempo giusto. Anche qui l’organizzazione è stata perfetta. ALBERGO A LINZ PRK INN, penso non è lontano dal centro, ma molto più bello di Shillerpark. Un vero albergo Design, Nuovissimo. Ancora un commento che ci chiedevano in Ristorante “Captan Otto” a Vienna, dove si lasciano le bici per imbarco. Le fasciette rosse per le bici, non ci sono più da 3 anni. Adesso sono in uso le VERDI a costo 16€/per bici pagati in loco, in ristorante. Questo è tutto, vi ringraziamo ancora per il vostro impegno, soprattutto ringrazio Anita, che ha avuto molta pazienza con noi. Aggiungo la foto di partenza a Passau….jaz sem druga z desne. Gruppo VANIA

      Vania & friends, Reggio Emilia

    • 2010-09-16 09:43:04
      Cordiale Anita buona sera, le scrivo per comunicarle la nostra impressione sulla biciclettata Passa-Vienna, la nostra prima biciclettata. Dal punto di vista organizzativo e' andato tutto per il meglio. Ha funzionato tutto molto bene direi. Gli alberghi ottimi sempre, anzi proprio belli. L'accoglienza cordiale. Anche l'assistenza per le biciclette lungo il percorso è stata utile. Anche il tempo ci ha dato una mano. A conti fatti un' ottima vacanza, magari da affrontare un po piu' allenati. :-) Quindi ringraziamo giro-libero e alla prossima Barbara

      Barbara, Parma

    • 2010-09-01 15:35:31
      Gentile Anita, volevo ringraziarla personalmente per il tour sul Danubio che è stato veramente bello e soprattutto organizzato in modo impeccabile. Spero di poter ripetere l'esperienza l'anno prossimo, magari su un altro percorso con mia figlia di 11 anni. Grazie ancora, Mario

      Mario da Roma

    • 2010-08-24 18:47:47
      Buon giorno, sono ormai quasi due settimane che sono rientrato assieme ai miei amici dal giro Passau-Vienna e volevo congratularmi per l’ottima organizzazione e soprattutto per la scelta degli alberghi. Un’ottima scelta sia per la loro dislocazione e sia per il trattamento che ci hanno riservato.

      Giampietro da Riva del garda

    • 2010-03-01 16:23:21
      Buongiorno. Volevo ringraziare per il vostro lavoro: il nostro giro è andato bene (anche se con un po' d'acqua) e i biglietti a Vienna c'erano davvero. Le soste erano buone e confortevoli, le informazioni attendibili. Tutto bene, quindi. Con un unico suggerimento: le bici che la Donau fornisce sono buone, varrebbe la pena di fare un po' di manutenzione, però. Nulla di serio: solo stringere le viti, controllare i freni e cambiare qualche tacchetto: siamo arrivati a Vienna frenando con le viti sul cerchione. E mi spiace perchè così si rovinano le biciclette... Grazie ancora

      Fabrizio da Roma

    • 2010-03-01 16:22:49
      Cari amici di Girolibero, ho viaggiato con la mia amica Raffaella, sulla ciclabile PASSAU VIENNA (25° ANNIVERSARIO) con partenza il 12/08/06. E' stata una bellissima esperienza, grazie !Ottima organizzazione, tutto é "filato liscio" e che stupende sistemazioni alberghiere ci avete proposto ! Ci risentiamo sicuramente per la prossima estate! Sto promuovendo molto la Vostra organizzazione presso i miei amici (per farvi un esempio, sono riuscita a convincere quest'anno anche mia sorella Paola e suo marito Luca, che si sono appoggiati a voi e rientrano oggi da un vs. tour in Danimarca).

      Cristina da Torino

    • 2010-03-01 16:21:20
      Cogliamo l'occasione per ringraziare e complimentarci per la vostra organizzazione; abbiamo appena trascorso una settimana sulla ciclabile Passau-Vienna appoggiandoci alla vostra agenzia ed è stata una splendida esperienza. Tutto è andato ottimamente e ci complimentiamo in particolar modo per la scelta degli alberghi (tutti molto caratteristici e confortevoli) e per la parte logistica che si è svolta alla perfezione. Sicuramente ripeteremo l'esperienza con voi. Cordiali saluti

      Emilio da Roma

    • 2010-03-01 16:20:49
      Buongiorno, sono tornata da qualche giorno dalle vacanaze in Austria : Passau-Vienna in bicicletta ! E' stata una vacanza bellissima che certamente ricorderò a lungo! Volevo quindi ringraziarvi per l'ottima organizzazione. Essendo rimasta molto soddistafatta delle bici assegnateci, vorrei chiedervi qualche informazione nel caso volessi acquistarne una simile della stessa marca . Nel ringraziarvi per la vs/ gentilezza e disponibilità attendo qualche Vs/ notizia al riguardo. Grazie e cordiali saluti.

      Liliana da Fano

    • 2010-03-01 16:20:04
      Il giro sul Danubio di agosto è stato molto bello, l'organizzazione perfetta, e gli hotel erano molto tranquilli e caratteristici. L'unico hotel non molto bello è stato quello di Passau. Per il resto è stata una vacanza stupenda. Ho inserito le foto in internet e le mando l'indirizzo se a qualcuno potesse interessare. Non sono un granchè come foto perchè le facevo dalla bici, però rispecchiano il percorso fatto http://groups.google.com/group/giri-in-bici/web/passau---vienna?hl=it http://danubio-bici.blogspot.com/

      Rodolfo da Modena

    • 2010-03-01 16:19:26
      Spett.le Girolibero, un po' in ritardo vi invio il mio reportage video sullo splendido viaggio del luglio 2007 da Passau a Vienna. Basta un click qui sotto. http://it.youtube.com/view_play_list?p=F2F2B486ED335B8F

      Carlo da Brescia

  • 13 Varianti
    mostra tutti dividi
    • 1/1
  • 4 Da combinare
    mostra tutti dividi
    • 1/1

Dettagli vacanza

 

da 480 €

8gg/7nt, hotel 3* CAT B

Formula vacanza:

in libertà

 

Date di partenza:

ogni giorno dal 12.04 al 18.10.14

 

Quota per persona in doppia:

480 €€ hotel 3*     CAT B

510 €€ hotel 3/4*  CAT A

580 €€ hotel 4*     CAT A+

 

Comprende:

  • 7 pernottamenti con colazione
  • trasporto bagagli
  • materiale informativo in ITALIANO
  • transfer a Passau in bus o treno
  • biglietto treno Greifenstein-Vienna (cat. A+ e A)
  • assistenza telefonica
  • assicurazione medica/bagaglio

 

Supplementi:

130/145/180 €€ camera singola

130 €€ cene (bevande escluse)

60 €€ noleggio bici

150 €€ bici elettrica

20 €€ trasporto bici propria sul bus di ritorno


Notti extra in doppia con colazione:
50/60/70 €€ a Vienna
45 €€ a Passau

 

Riduzioni:

10 €€ no transfer di ritorno

 

Documenti:

carta d'identità valida per l'espatrio

 

Novità 2014
  • Un tour breve per chi ha voglia di visitare l'Olanda, ma non altrettanto tempo... C'è tutto quello che potete volere: la capitale, i mulini, i paesini tipici dell'Ijseelmeer e il Mar del Nord.

  • Un tour in famiglia di tutto relax: pochi chilometri, parchi naturali, grandi città da visitare, villaggi rurali e infine il Mar Mediterraneo.

  • Soprannominata “Dacia felix” dai Romani per le sue risorse naturali, la Romania è ancor oggi un territorio di foreste e prati, dove la vita nei piccoli paesi sembra essersi fermata a 100 anni fa.

  • Alla scoperta di un vicino sconosciuto, tra il lago Ocrida, uno dei più antichi al mondo e le splendide coste, ancora ricche dei tesori dell'Antica Grecia.

  • La Danimarca e il fascino della costa che da Copenaghen porta a Helsingor, e poi la Svezia: imperdibile la traversata dello stretto dell'Oresund fino a Helsingborg, nella Scania.

  • Annoiarsi qui è impossibile! Parchi giochi, zoo all’aperto, parchi divertimento, seggiovie, passeggiate, trenini a vapore! Un viaggio perfetto per i più piccoli.

payment